Programma di studio

FORME (KUEN)
Le forme presentano, a livello accademico, le tecniche fondamentali dello stile e conferiscono al corpo l’impostazione di base necessaria per la pratica marziale del Wing Chun. Sono uno strumento indispensabile per tramandare nel tempo gli elementi principali legati allo stile e rappresentano una fonte di applicazioni tecniche da poter utilizzare in combattimento. Aiutano, inoltre, a sviluppare la concentrazione e la presenza mentale.

FORME A MANI NUDE

FORME CON LE ARMI

ESERCIZI IN COPPIA
La pratica del Wing Chun necessita immancabilmente di una serie di esercizi e allenamenti caratteristici di coppia che risultano fondamentali per acquisire i principi cardine dello stile e per migliorare alcune caratteristiche come: velocità, coordinazione, capacità percettiva e controllo, strategia e precisione.

CHI SAO (mani appiccicose)
Il Chi Sao rappresenta sicuramente l’esercizio più importante e conosciuto dello stile. E’ infatti lo strumento principale per apprendere gli elementi di base legati ai meccanismi del contatto e della sensibilità. Permette di acquisire alcune abilità correlate ai concetti di adesione ed aderenza, indispensabili nel combattimento a corta distanza. La funzione principale è quella di imparare a “sentire” gli stimoli dell’avversario e, di conseguenza, reagire a questi al fine di guadagnare una posizione di vantaggio da sfruttare a proprio piacimento. L’esercizio esprime in sé tutta l’essenza dello stile; le tecniche che lo caratterizzano richiamano infatti i movimenti della gru e del serpente.
Nel corso di studio sono previsti, inoltre, degli esercizi prestabiliti chiamati “cicli” che aiutano il praticante a prendere confidenza con il lavoro sulla sensibilità.

ESERCIZI DI SENSIBILITA’
Sono una serie di esercizi che illustrano in modo chiaro e preciso le regole e le meccaniche per lo sviluppo di un determinato principio. Ciascun esercizio presenta delle caratteristiche particolari e mette in luce le modalità di applicazione di un principio di movimento all’interno di una sequenza prestabilita. Rappresentano un valido strumento per ragionare sulla sensibilità in quanto mostrano il modo migliore per reagire a stimoli ben precisi che vengono esercitati da un avversario. L’allenamento di tali esercizi, inoltre, conferisce al corpo la struttura fisica necessaria per la pratica dello stile.

PAK SAO – CHOY / TAN SAO – CHOY / BONG SAO – CHOY:
La funzione principale di questi esercizi è quella di aiutare il praticante a sviluppare un insieme di reazioni spontanee basate su movimenti tecnici. La loro peculiarità risiede senza dubbio nella modalità di svolgimento: sono esercizi che vengono praticati in un contesto dinamico ottenuto attraverso la costante ripetizione delle tecniche. Tale allenamento rende possibile lo sviluppo di abilità fondamentali e assai importanti per la pratica del Wing Chun: incremento della velocità di esecuzione delle tecniche, colpo d’occhio e reattività, consapevolezza delle tempistiche di attacco, gestione dello spazio e confidenza nella corta e distanza. La loro pratica garantisce inoltre una notevole fortificazione strutturale del corpo.

LAT SAO – QUA CHOY:
E’ un esercizio fondamentale costruito sulla ripetizione ciclica delle tecniche di bong sao, lat sao e qua choy. La sua funzione principale è quella di sviluppare la capacità di liberarsi di un ostacolo e nel contempo di occupare lo spazio guadagnato inserendo una tecnica di attacco. Favorisce inoltre il miglioramento dei principi legati al radicamento ed alla struttura fisica di base. Infine, ci aiuta a comprendere l’importanza della spinta continua verso il centro dell’avversario.

ZHOU ZHAN:
Lo Zhou Zhan è un ulteriore esercizio di coppia che ha come funzione principale quella di migliorare la sensibilità e la coordinazione. Prevede l’utilizzo di tecniche di gomitata.

CHI NA (Leve articolari), DIAN XUE (Punti di pressione), PROIEZIONI E IMMOBILIZZAZIONI
Sono un settore di completamento applicativo della pratica marziale. Risultano necessari per comprendere in maniera completa e ampia lo stile e permettono inoltre di ottenere una conoscenza più approfondita del corpo e delle sue dinamiche. Questo settore fornisce al praticante degli elementi per elaborare manovre evasive e provocare dolori acuti in punti nevralgici.

STUDIO DELLE POSIZIONI E DEGLI SPOSTAMENTI
Il Wing Chun prevede lo studio e l’utilizzo delle posizioni e degli spostamenti. La pratica di questo settore conferisce al corpo solidità e costituisce un ottimo strumento per il lavoro sul radicamento e sulla fortificazione articolare e tendinea. Le posizioni rappresentano le fondamenta della struttura fisica del praticante, sono necessarie ai fini di una maggiore stabilità e potenza in combattimento. Gli spostamenti, evoluzione dinamica delle posizioni, sono utili per la gestione dello spazio e della distanza nella lotta.

PREPARAZIONE ATLETICA, POTENZIAMENTO E STRETCHING
Nel corso delle lezioni è previsto anche un lavoro di preparazione atletica, potenziamento muscolare e stretching. Tutti questi elementi rafforzano la struttura fisica e mentale predisponendo il corpo allo studio della pratica marziale (piegamenti sulle braccia e sulle gambe, addominali, lavoro aerobico, scioglimento muscolare, etc.).

QI GONG
Il Qi Gong è una pratica marziale che consente di svolgere un lavoro idoneo a sviluppare l’energia interna con la possibilità di utilizzarla in combattimento e durante la vita quotidiana. In generale, la funzione degli esercizi di Qi Gong è quella di permettere il corretto fluire del qi, ‘energia vitale dell’essere umano’, attraverso la rete dei meridiani, canali paragonabili ai vasi che trasportano il sangue, che collegano tra loro gli organi del corpo umano. Nell’ambito delle arti marziali la pratica del Qi Gong è importante sia per conservare una buona salute che come forma di potenziamento fisico.

Nel corso di studio del wing chun vengono presentate due forme di Qi Gong “marziale” ovvero atto al potenziamento fisico-energetico del praticante:

TECNICHE DI MEDITAZIONE E VISUALIZZAZIONE – FONDAMENTI DI MASSAGGIO TUI NA E AUTOMASSAGGIO

ELEMENTI TEORICI
Il percorso di studio prevede la trattazione di alcuni argomenti di carattere teorico utili per acquisire una maggiore conoscenza del kung fu in generale, dello stile, delle sue origini e degli elementi di natura filosofica che ne hanno ispirato la nascita e l’evoluzione.

– STORIA DEL KUNG FU E DEL WING CHUN
– ETICA MARZIALE
– Elementi strategici applicabili al combattimento e alla vita quotidiana
– Analisi dei principi dello stile
– Nozioni di medicina tradizionale cinese
– FILOSOFIA E SIMBOLOGIA ORIENTALE
– NOZIONI DI ANATOMIA/FISIOLOGIA E CONOSCENZA DEI PUNTI VITALI